domenica 19 novembre 2017

La Comunicazione nonviolenta di Marshall B. Rosenberg[1]

La Comunicazione Nonviolenta (CNV) si basa su abilità di linguaggio e di comunicazione che rafforzano la nostra capacità di rimanere umani anche in condizioni difficili.
La CNV ci guida nel ripensare il modo in cui esprimiamo noi stessi ed ascoltiamo gli altri. Le nostre reazioni diventano risposte coscienti, basate sulla consapevolezza di ciò che percepiamo, ciò che sentiamo e ciò che vogliamo. 
Siamo indotti ad esprimere noi stessi con onestà e chiarezza, e allo stesso tempo prestiamo agli altri un’attenzione empatica e rispettosa.
Quando ci esprimiamo con questa modalità semplice e al contempo straordinaria, sostituiamo i vecchi modi automatici di risposta e i vecchi schemi di difesa o attacco di fronte alla critica e al giudizio, e possiamo percepire noi stessi e gli alti sotto un’altra luce.



[1] Marshall Rosenberg è uno psicologo americano che ha sviluppato negli ultimi trenta anni la Comunicazione Nonviolenta (CNV). Egli propone la CNV, intesa come modalità comunicativa, in ambito formativo, in ambito genitoriale e familiare, e in ambito aziendale. Rosenberg ha proposto CNV in alcuni dei luoghi più “caldi” della terra, dove le guerre, la violenza, e le divisioni tra le persone hanno concorso a creare un clima violento e di odio tra le persone. 

Nessun commento:

Posta un commento